Primavera-Estate 2017

watch the video

DISCOVER ALL LOOKS

Discover the Looks

The nymph game L'acqua s'increspa, accoglie delicate ninfee dai rosei riflessi, torna calma nelle sue mille sfumature dall'azzurro più limpido ai toni pervinca. L'acqua muta, si muove senza cambiare la propria natura, come la donna Luisa Beccaria: un'ideale di femminilità deciso e fluido per una ninfa contemporanea. Per il giorno, il lino effetto denim diventa la tela per ricami a filo di intricate figure floreali; il cotone si accende con l'audacia del lurex disegnando un sottile sangallo. Crop pants e pantaloni palazzo spezzano la sinfonia di abiti svasati che dipingono un nuovo concetto di eleganza seducente d'ispirazione Seventies. Le stampe di bluse e abiti leggeri prendono in prestito i motivi dei ricami. E, lungo percorsi fluidi, incede la sera: l'acqua s'infiamma dei bagliori delle stelle per abiti scivolati e sensuali, ampie gonne in organza asimmetrica e tuniche ricamate con fiori d'allium. Le lunghezze sono mini e midi sino al maxi. I tagli sbiechi delle gonne e degli abiti si evolvono in ampie maniche a mantella, elemento iconico per la stagione 2017. La palette cromatica attraversa le diverse gradazioni dell'acqua: azzurro, verde acqua, turchese, pervinca, punteggiati dai bianchi o dai rosa dei fiori, come su una tela di Monet. Ai piedi i sandali possono essere bassi con cinturini leggermente alla schiava, oppure più alti con tacco squadrato o a stiletto, in un mix di suede, vernice e tessuti della collezione.